RICHARD PRYOR – Omit The Logic (2013)

Richard Pryor Omit The Logic

Sapete cos’hanno in comune tutti i vostri comici preferiti?

È facile, dai. Nella classifica dei 100 più grandi Stand-up Comedians di sempre vengono tutti dietro Richard Pryor, il comico senza il quale la stand-up comedy, così come la conosciamo, neppure esisterebbe.

Spiegarvi per filo e per segno il perché di questa affermazione così impegnativa è compito che va ben oltre le nostre misere forze ed abbiamo pensato di farvi regalo gradito donandovi, a 10 anni esatti dalla morte, la traduzione di uno straordinario documentario: “Omit the Logic”, che, fra le tante cose, ci esime dal rifilarvi una dettagliata biografia del comico. Infatti il film di Marina Zenovich racconta vita, morte e miracoli di Richard Pryor, attenendosi rigorosamente allo slogan scelto per il lancio della pellicola: “The truth isn’t always fucking funny”.

Ne esce un racconto nudo e crudo, senza quei tratti agiografici purtroppo ben presenti in altri documentari del genere, che ci restituisce a tutto tondo il ritratto di un uomo che, a dispetto dell’indole gigiona e della passione per cose futili come la gnocca e la droga, era l’incarnazione più perfetta della comicità più nera.

Non potendo spoilerarvi cose assai sfiziose, che non mancheranno di scatenare il vostro lato più morboso e gossipparo (tipo a quanti anni fu violentato la prima volta, quanto spendeva in cocaina a settimana, quante volte buttò nel cesso la sua carriera o come fece in un colpo solo a inimicarsi l’intera comunità gay di Hollywood), ci limitiamo a ricordare Richard Pryor con una succosa collezione di giudizi raccolti qua e là, tanto per dimostrarvi con spocchia che se non vi piace significa che non capite davvero un cazzo.

“Al momento batto Richard Pryor in infarti 2-1. Però Richard è ancora in vantaggio 1-0 nel darsi fuoco.” – George Carlin, 1982, dopo il suo secondo infarto

George Carlin

“L’incontrastato campione del mondo.” – Dave Chappelle

“Il comico seminale degli ultimi 50 anni” – Bob Newhart

Bob Newahrt

 “Il Picasso dei comici.” – Jerry Seinfeld

“L’artista che ha assottigliato come mai nessuno il confine fra comicità e tragedia” –Bill Cosby

Bill Cosby And Richard Pryor In 'California Suite'

“Richard Pryor era il re della comicità. Gli altri comici sono i re degli imitatori.” Paul Mooney

“Un uomo profondamente umano, talentuoso, furente, inarrivabile, con dentro un fanciullino. Il più grande pioniere comico delle ultime tre generazioni.” – Lily Tomlin

Lily Tomlin

“Se non avete mai rubato una battuta a Richard Pryor, non siete mai stati davvero divertenti.” – Damon Wayans

“Non dovresti nemmeno salire su un palco e cercare di far ridere, se non ti sei ancora reso conto che non sarai mai divertente come Richard Pryor” – Chris Rock

1997 Chris Rock Live

“Il comico più onesto, il primo a svelare la sua anima alla gente.” – Joe Rogan

“Vedere Pryor dal vivo era come ascoltare suonare Coltrane. Era un alchimista capace di trasformare il dolore più oscuro nella comicità più profonda.” – Robin Williams

Robin Williams

“Il più geniale comico d’America” – Neil Simon

“Il migliore fra tutti quanti abbiano mai preso in mano un microfono.” – Eddie Murphy

Eddie Murphy

“C’è gente che nasce con scarpe d’acciaio. Sono gli unici ad abbattere le porte a calci e ad entrare in luoghi mai prima illuminati dalla luce. La loro è una missione sempre piena di solitudine ed ossa rotte. Pryor è stato il più coraggioso di loro.” – Jim Carrey

Jim Carrey

E se oggi avete la vostra solita faccina contrita perché la vostra vita è una merda, fate una cosa: accomodatevi in poltrona e consolatevi con questo.

Le due versioni che vi appioppiamo dovrebbero coprire tutte le varianti del video disponibili.

DOWNLOAD SOTTOTITOLI

Traduzione: Luca Paini

Revisione: Francesca Chaouqui

Comments (8)
  1. McCroskey 10 dicembre 2015
    • Luca Paini 10 dicembre 2015
  2. McCroskey 11 dicembre 2015
  3. oniram 12 dicembre 2015
  4. sandrez 12 dicembre 2015
  5. McCroskey 12 dicembre 2015
  6. Adrien Vaindoit 13 dicembre 2015
  7. Giorgio 21 dicembre 2015

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *